Triplo concentrato di pomodoro

Eeeeeh si sa che la spesa si deve fare, però certo ultimamente… le finanze non sono sempre disponibili e considerando l’utilizzo che io personalmente faccio del concentrato di pomodoro (essendo poi l’unica in famiglia in senso lato che ama cucinare) ho deciso che mi sono rotta… e quindi me lo produco da sola, tiè  ). Negli ingredienti non troverete le dosi, perchè per il concentrato vado ad occhio poiché ormai ho preso le giuste misure  . Fate pure a vostro piacimento!
triploconcentrato

INGREDIENTI:
pomodori freschi (se non li avete, pomodori secchi… e se non avete nemmeno quelli… pelati in lattina)
acqua
olio
aglio
aceto
succo di agave (se non l’avete usate lo zucchero)
sale, pepe
succo e scorza di limone
cannella in stecchette
chiodi di garofano

PROCEDIMENTO:
Approfitto sempre di mia zia che ha un orto fantastico e mi dona i suoi pomodori, quindi la mia ricetta partirà da quelli… se non li avete potete usare quelli secchi scolandoli e sciacquandoli più volte… se non avete nemmeno quelli potete usare i pelati (non i pezzettoni) cuocendoli 2-3 volte senza alcun condimento (quindi né olio né altro!) in una padella antiaderente. Fate seccare i pomodori al sole, d’estate. Una volta ben essicati tritateli fino a farne una polverina (quasi farina) e miscelateli con il sale prima, ed un pò d’acqua poi, finché non vi ritrovate quasi con un omogeneizzato. Scaldate 1 filo d’olio in padella, buttate l’aglio incamiciato e trafitto da uno stuzzichino, quando la camicia dell’aglio inizia a bruciare gettatelo ed abbassate la fiamma. Nell’olio aggiungete cannella ed 1 chiodo di garofano (mi baso su 1 kg di pomodori, che essicati diventano quasi 1/4). Aggiungete la farina di pomodori e fatela tostare per poco, aggiungete l’aceto per non far attaccare, il succo del limone ed altra acqua (circa il doppio di qualunque cosa abbiate in padella). A questo punto aggiungete 3 cucchiai di agave (se usate lo zucchero dimezzate la dose), la scorza del limone a julienne ed un po’ di pepe. Quando il tutto inizia ad addensarsi spegnete la fiamma e lasciate raffreddare. Aggiungete il succo di 1/2 limone ed 1 cucchiaio e 1/2 di agave, riaccendete la fiamma e portate a bollore. Fate bollire per qualche minuto. Spegnete nuovamente e lasciate raffreddare. Aggiungete solo 1 cucchiaio di agave ed un altro pò di scorze di limone, riportate a bollore, mescolando di quando in quando. Spegnete e versate il preparato ancora caldo in un barattolo (meglio se un barattolo nuovo, ma potete utilizzarne altri precendentemente sterilizzati… io ho usato un barattolino di wasabi… per l’argomento sterilizzazione, chiedete pure :-) ). Rovesciate il barattolo a testa in giù (appoggiato con il coperchio sul tavolo, per intenderci) e lasciatelo così senza più muoverlo finchè non siano passate almeno 12 ore!

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...