Udon e tagliolini nippon-style !

Ieri ho fatto un giretto in un negozio arabo e mi è venuta l’idea per fare gli udon…. quindi eccoci qui con la ricetta (al primo colpo li ho tagliati sbagliati e mi sono venuti più dei tagliolini, la seconda serie l’ho fattta giusta !!) ..

udon

INGREDIENTI:

Farina tipo 00
Farina di ceci
Acqua
Sale fino

PROCEDIMENTO:

In una ciotola mischiare in uguale quantità le due farine. In una ciotola a parte miscelare acqua e sale finchè il sale non si scoglie (il sale dev’essere circa 1/3 di un cucchiaino da caffè). Mescolando (NON impastando!) , versare un po’ alla volta l’acqua salata nella ciotola delle farine fino ad ottenere un impasto simile a quello della pizza..Sul mio libro di cucina giapponese dicono che l’impasto dev’essere di consistenza simile ai lobi delle orecchie ! Una volta pronto l’impasto, lasciar riposare per almeno 1/2 ora. Riprendere ora l’impasto, inserirlo in un sacchetto alimentare; prendere una borsina della spesa (quelle di plastica ecologica) e metterci dentro il sacchetto alimentare. Pestare il sacchetto a matrioska con i piedi per almeno 20/30 minuti, ricordandosi ogni tanto di tirare fuori l’impasto, remipastarlo un po’ con le mani e poi infirlarlo nuovamente nel sacchetto alimentare (che a sua volta, a matrioska appunto, andrà nella borsina della spesa) . Passato questo tempo lasciare i due sacchetti con dentro l’impasto a riposare per almeno 1 ora.
Ora con la macchinetta per la pasta (se non l’avete usate il mattarello), stendete l’impasto ad uno spessore di circa 3 mm. Piegate l’impasto in 3 parti uguali, dove le due parti a sx e a dx si ripiegano su quelle centrali.
Tagliare a striscioline (dal lato corto) dello spessore di 5/7 mm (e qui è dove ho sbagliato io all’inizio !!! Li vedete in foto i primi ed i secondi..i secondi sono quelli corretti !) e coprire con abbondante farina in modo che in cottura non si appiccichino tra di loro. Mettere una padella d’acqua a bollire sul gas, quando raggiunge il bollore versate gli udon SENZA AGGIUNGERE SALE ! Fate cuocere finchè non saranno morbidi (i miei li ho fatti bollire per 30 minuti quelli grossi, per 15 minuti quelli sottili) . Scolate e passate sotto l’acqua fredda velocemente (sia per fermare la cottura, sia per togliere quell’effetto viscido che può essere fastidioso) .
Ora scegliete se cucinarli saltati, in brodo o conservarli surgelandoli !!!

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...