Anelli di totano su salsa alla vaniglia con salvia fritta

In questi giorni sono in vena di “sperimentare” … Così, invece che fare i soliti anelli fritti con a fianco il classico spicchio di limone, ho voluto provare ad accostare il sapido del pesce fritto al dolce della vaniglia e alla freschezza della salvia.

Ecco la ricetta 😉 Provare per credere…sono UNA BOMBA !

Con questa ricetta partecipo al contest DIETA MEDITERRANEA? SI GRAZIE !

INGREDIENTI:

  • Anelli di totano (meglio se freschi, ma vanno bene anche quelli surgelati)
  • Farina di semola di grano duro
  • 1 cucchiaio di farina di grano tenero 00
  • 2 bicchieri di latte di soia non zuccherato (in questo modo avremo già un po’ di sale)
  • 1 baccello di vaniglia (non serve zucchero in questa ricetta,in quanto la vaniglia è già dolce di per sé. Io ho usato i baccelli che mi ha portato mio padre dal Madagascar, comunque i baccelli di vaniglia si trovano facilmente da acquistare al supermercato ;))
  • 1 pizzico di noce moscata
  • sale alle erbe fatto in casa 1 pizzichino (non troppo in quanto il latte di soia al naturale che si acquista è già salato – per la ricetta vedi sotto)
  • pepe
  • un mazzetto di foglie di salvia
  • olio EVO (Extra Vergine di Oliva)
  • PROCEDIMENTO:
  1. In un pentolino scaldate il latte  in cui avrete aggiunto:
    • baccello di vaniglia aperto
    • qualche fogliolina di salvia
    • noce moscata
    • un pizzico di sale alle erbe e di pepe
  2. scaldatelo 10 minuti senza farlo bollire, poi tenetelo da parte in caldo (magari coperto) con tutti gli ingredienti di  cui sopra in infusione.
  3. Intanto preparate gli anelli: se sono surgelati, fateli scongelare la notte prima in frigo o,se avete fretta, solo un getto di acqua corrente ancora dentro la loro busta.
  4. Una volta scongelati, metteteli a bagno in un pizzico di latte e lasciateceli per una 20 di minuti, poi metteteli a scolare in uno scolapasta.
  5. Intanto, in un padellino scaldate un po’ di olio evo (più leggero e contiene grassi “buoni” a differenza del burro), e quando è bello caldo togliete dal fuoco e amalgamateci il cucchiaio di farina di grano TENERO 00.
  6. Quando il composto sarà cremoso, incorporate poco alla volta il latte tiepido (da cui avrete avuto l’accortezza di togliere, subito prima di incorporarlo, il baccello di vaniglia) continuando a mescolare.
  7. Rimettete sul fuoco e continuate a mescolare fino a che la salsa non inizierà ad addensarsi (dovrà essere ancora un po’ colante dal cucchiaio,quindi non troppo dura ;))
  8. A questo punto toglietela dal fuoco e tenetela da parte.
  9. Mettiamo a scaldare l’olio EVO per la frittura: prestate attenzione a non superare il punto di fumo: tra i 160° e i 200° a seconda dell’acidità delle olive utilizzate. Io ho usato l’olio acquistato in Puglia da produttori locali e quindi l’ho portato a 180° visto che il punto di fumo di questo olio era a 190°.
  10. Intanto,mettete in un sacchetto la farina di grano duro, aggiungete gli anelli e scuotete fino ad infarinarli bene.
  11. mentre l’olio si scalda, riponete il sacchetto in frigo. In questo modo la farina aderirà bene agli anelli di totano, e non si staccherà durante la frittura.
  12. Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura giusta (intorno ai 180°), prendete i vostri anelli dal frigo e toglieteli dal sacchetto: scuoteteli per togliere la farina in eccesso e adagiateli pochi alla volta nell’olio bollente.
  13. Quando saranno dorati scolateli e metteteli in un piatto con della carta assorbente da cucina.
  14. Man mano che li preparate, se avete un essiccatore, potete usarlo per tenerli in caldo e croccanti (a 50°). Anziché usare il sale iodato sugli anelli di totano,io ho usato il sale alle erbe che faccio io in casa (poco sale rosa dell’Hymalaya,semi di sesamo macinati non tostati,rosmarino e salvia essiccati e frullati tutto insieme.La percentuale di sale rispetto agli altri ingredienti in questo mio mix è del 20%).
  15. Nell’olio bollente rimanente, friggete velocemente qualche bella fogliolona di Salvia (poche,giusto per decorare con sapore ;))
  16. Quando tutto sarà pronto, in un piatto fondo da portata posizionate la salsa che avete preparato prima,mette al centro di uno dei piatti il baccello di vaniglia che avete usato prima,decorate con le foglie di salvia fritte e adagiate gli anelli.
  17.  Ovviamente, con la fame che avevamo io ed il mio compagno non ci siamo mica accontentati di 3 anelli a testa eh !!! 😛 Il resto degli anelli li abbiamo mangiati un po’ nella salsa, ed un po’ a parte con la salvia fritta
Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...